Il cielo era turchino

Il cielo era turchino

Ascolto la voce nel buio:
si fa più vicina,
mi sfiora appena,
speranza d’allora tutta azzurra.
Lampade spente,
buio nel mondo
sempre più grande intorno;
oggi più greve.
Ideali scomparsi
prima d’aprirsi e gridare
al gelo della storia,
la loro vita.
Attendo nel silenzio
una lampada per schiarire
e far tornare l’azzurro
e illuminare,
perché voglio gridare anch’io
-turchino il cielo!-
.
Giuliana Angeli
.
(Da “Cerchio magico” Edizione Palazzi)

 

Subscribe to comments with RSS

  1. Sandro Wrote ,

    C’è sempre da imparare da Giuliana, e stavolta insegna a tutti noi come si deve guardare il buio, che è sì assenza di luce, ma anche attesa di luce. Naturalmente lei preferisce la seconda. E voi?
    Grande!

  2. Esatto. Luce come vita, energia ifinita in grado di superare ostacoli su ostacoli, infine trionfare.
    Grazie Sandro per il gradito commento.
    Un abbraccio!

  3. Graziella Cappelli Wrote ,

    Bellissima!!!
    Una grande poetessa… Giuliana!

    Grazie.

    Graziella

  4. Grazie a te Graziella, che hai saputo apprezzare.
    Un caro saluto

    Maristella

Trackbacks and Pingbacks

No Trackbacks or Pingbacks

Leave a Reply

*

Featuring WPMU Bloglist Widget by YD WordPress Developer