I miei Links

Technologeek Word

Wed 2010

Pagine

Commenti recenti

Calendario

maggio: 2012
L M M G V S D
« apr   giu »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

Elenco Siti

Categorie

Archivi

Log In

Maristella Angeli
Trottole di vento

http://www.tracce.org/Angeli.htm

Edizioni Tracce, 2012
Poesia – collana “Magister”
pp. 112
€ 11,00
ISBN 978-88-7433-634-

"Trottoledi vento" poesie di Maristella Angeli

PREFAZIONE

A cura della poetessa Ninnj Di Stefano Busà

 

Sicuramente si tratta di una tappa decisiva per Maristella Angeli.

Suppongo che questa raccolta: “Trottole di vento” rappresenti un capitolo determinante per la sua personale vicenda lirica, certamente, non solo per le immagini liriche fin qui apportate, quanto per la novità e la consapevolezza di un percorso letterario che riconosce la necessità di essere un linguaggio dei sensi: stile, temi e tensioni inclusi in un repertorio che ne fa un autentico valore e matrice ispirativo-comportamentale della sua interiorità

Da questa raccolta possiamo immaginare il percorso dell’autrice, un itinere svelto e in assolta coerenza con quelle che sono le sue forze, i suoi stimoli, le sue asperità interiori, la sua sensibilità, la sua storia personale, di donna, figlia, moglie.

È un libro che sa realizzare felicemente alcuni nuclei linguistici e porli in dirittura d’arrivo per altre e più intense sortite editoriali.

In questa silloge si ritrovano i sentimenti, le emozioni, le amicizie, gli affetti familiari, la solidarietà, l’amore per i suoi cari, per i luoghi della sua infanzia.

Tutto può essere poesia, con quel tanto di distacco che può dare una pennellata di gioia e di malinconia, di memoria o di sensi. Vi sono figure e immagini che dominano i paesaggi, si stagliano alti nell’atmosfera memoriale, come ad es. il ricordo della madre: ”batte il tempo/ impercettibile ai sensi/ in dimensioni divine/ oltrepassa cortine e barriere/ in sospensione/ nell’etere/ là ti ritrovo mamma.” o in questo frammento bellissimo in cui si evince la pacatezza del quotidiano, in un abbandono più sereno e perciò “il pensiero si adagia/ e riposa”.

Il modello indicato dall’autrice è lineare e profondo, non utilizza arzigogoli che appesantiscono il linguaggio. Vi è un’armonia intorno al verso che governa altra armonia, e la trama e lo sviluppo sono senza costrizione, scivolano felici in una loro eterea e compiaciuta bellezza che è lineare e, allo stesso tempo, straordinaria. Qui ne fanno una forza creativa le intermittenze sonore, i flussi di ricaduta della parola che si assottiglia e si dilata, attraverso le varie componenti dell’anima, tutte in grado di trovare figure e direzioni che umanamente si avvertono sin dalle origini il loro meccanismo emotivo: “scalatrice di pensieri/ alla ricerca del cielo” si autodefinisce e, in queste poche parole, vi è tutto l’impulso che fa emergere un full-out implicito nella linfa vitale del suo operare in poesia.

Il libro rappresenta un percorso a ritroso nella memoria. Un tempo sincronico e un altro diacronico, entrambi vivi e partecipi all’avventura straordinaria del vivere, fuori da ogni paradigma, fuori da ogni sviluppo di pensiero che non siano: l’amore, l’amicizia, gli affetti.

Vi si evince una simbologia espressiva che partendo dal quotidiano, si snoda in aperture e linfe di immaginaria fantasia: “idee cavalcano il tempo/ domandolo/ nell’immoto ricordo” (Amaca di vita).

Maristella sceglie una partitura musicale in forma sinfonica e la modella all’intensità sonora di un’atmosfera un po’ surreale, un po’ gnomica, in cui vi è netta la percezione del precario, dell’attraversamento del mondo con mezzi inadeguati, in scialuppe di salvataggio monouso: come in questi versi: “Il vento che avvolge/ come un manto di seta/ accarezza la pelle/ un’amaca di vita/ che culla come madre.” e poi ancora: “Tra le rugiade/ scova i pensieri remoti/ ciò che sfugge allo sguardo/ fissa l’essenza.” (In attesa dell’alba).

L’autrice sperimenta la sua narrazione senza nessuna gabbia formale, con la delicatezza di una nostalgia scanzonata che affina e matura nel tempo, alternandone gli aspetti tematici in una diversificazione lirica evocativa e stringente: “ E poi batte/

                     la notte nei tuoi occhi

                     il buio della profondità/…

                     il sollievo al dolore

                     l’assenza del peso degli anni” (In un attimo)

Non manca nemmeno il riferimento ad un’Entità Superiore, a quel Dio che si trova in ognuno e in tutti coloro che hanno fede nella verità dell’anima.: “Lode al Signore/ il domani/ che si tinge d’amore”

Oserei dire, allora, alla maniera di Saba, questa è una poesia <onesta> una poesia che non interferisce in maniera eclatante nella cultura italiana, ma sa cogliere una sua storia di vita inclusiva di una verità rivelata, di un memoriale lirico che ne accompagna e ne caratterizza l’apprendistato e che verosimilmente è un segno di percorso, di autocontrollo. Ne scaturisce una chiave di lettura intensa e pacificata, senza orpelli, ma con una raggiunta felicità metaforica, in cui la vita fa dire a Maristella Angeli: “il giorno canterà/ la sua nuova canzone” pure se il domani sarà ancora sogno a frantumarsi, emozione a dipanare i fatti del presente e dell’assente. Qualcosa che va oltre noi, nell’aldilà di un proscenio fittizio, quale potrebbe essere il teatrino del mondo.

 

 

 

 

“Trottoledi vento” poesie di Maristella Angeli
Tag:

Il poeta si fa carico delle sofferenze, sensibile e puro si alza il suo canto. Dolore per le vittime del terremoto in Emilia Romagna, sconcerto per la morte della giovane Melissa e ancora il pianto questa volta per Elvira morta ieri. Una mia ex alunna che non aveva ancora compiuto quindici anni. Falciata da una macchina che non ha lasciato neanche i segni di frenata. A scuola è l’incredulità che leggo negli occhi degli alunni, il silenzio che soffoca in gola.

Elvira la ricordo sorridente, allegra e nei tre anni di Scuola secondaria di 1° grado, l’ho vista crescere insieme ai suoi compagni di classe. Ha pianto tantissimo alla conclusione del ciclo scolastico, non voleva lasciare quel periodo di età, i suoi amici forse comprendeva che crescere non è affatto facile.

A lei, petalo staccato dal fiore appena sbocciato, dedico questa poesia:Un fiore per chi non c'è più

Una nuova aurora
Lo stridio di freni
e il gracchiare di verdi rane
uno stagno di lacrime
e il peso del tempo

orologi di sabbia
centellinare di minuscoli
granelli nella clessidra dorata

una lacrima si sofferma incredula
atroci sofferenze
nei frammenti di vita
che scorrono lenti

grani di rosario
consumati tra le dita callose
nelle preghiere
dei giorni più neri

tambureggia il cuore
accelerati i battiti aritmici
nell’affanno di vita
che ha soffiato tempeste

sguardo all’attesa
una luce limpida e chiara
un lieve sorriso

un figlio che torna
occhi sollevati al cielo
e un abbraccio di madre

il braccio elevato
indica l’orizzonte
e la speranza riscuote
una nuova aurora

Maristella Angeli
(da “Il mondo sottosopra” Rupe Mutevole Edizioni, Bedonia (PR)

Tag:

Leggendo questa comunicazione mi sono accertata che fossa vera. Non si sa mai, arriva un po’ di tutto e non si riesce a comprendere di chi potersi fidare. Infine ho contattato direttamente la giovane Francesca e ho percepito l’entusiasmo e il desiderio di aver cura di ogni autore analizzando la Poesia nelle sue complesse e diverse dinamiche emotive ed espressive.

 

“Gentile Autrice
dopo un’attenta lettura della sua opera poetica In ascolto edita da L’Autore Libri Firenze nell’anno 2010, gradirei informarla di un saggio critico attinente alla visione della poesia da parte di poeti contemporanei. In particolare, la sua poesia prescelta è Le parole che scrivo per l’armoniosa musicalità, l’eleganza formale e il tono segnato da una profonda tenerezza.

Le parole che scrivo ha il merito di illustrare gli ingredienti essenziali, intimi e personali, con cui il poeta riesce a superare i limiti imposti dalla ragione e dalla realtà e di spiegare con un’intensa energia metaforica la realizzazione e i tempi dell’atto creativo

Quando la parola / densa di essenza di vita / tuona nel petto e batte nel cuore / blocca il respiro / arriva a mani frementi / prende corpo e vita, vibrando / come tango appassionato

Il volume che sto redigendo verrà presentato in occasione del prossimo Spoleto Festival Art 2012 che si terrà a settembre, uno dei più acclamati appuntamenti culturali a livello nazionale ed europeo.

 

Confidando nella sua partecipazione, la saluto caramente.”

Francesca Melfi

Dott.ssa in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo

In ascolto ISBN 9788851721008 Sigla: MEF – L'Autore Libri Firenze Collana: Biblioteca 80 - Poeti

In ascolto ISBN 9788851721008 Sigla: MEF – L’Autore Libri Firenze Collana: Biblioteca 80 – Poeti

 

 

 

Le parole che scrivo


Quando la parola

densa di essenza di vita

tuona nel petto e batte nel cuore

blocca il respiro

 

arriva a mani frementi

prende corpo e vita, vibrando

 

come tango appassionato

come rosa tenera colta a primavera

come brina mista alla rugiada

in un paesaggio nebbioso

 

come l’acqua ondulata

con un retrogusto di nuvola

dal sapore di menta

e un bagliore di luna

 

così compongo poesia

Maristella Angeli

(da In ascolto MEF L’Autore Libri Firenze)

 

 

 

Tag:
Premiazione scuole

Premiazione sez. scuole


Associazione “Infiniti Sogni” – Patrocinio del Comune e della Provincia di Macerata (MC)

 

Successo di partecipanti e di pubblico, per la prima edizione del Concorso Letterario Internazionale “Giuliana Angeli”svoltasi a Macerata (MC) il 12 maggio, nel corso dell’intera giornata. Momenti di forte emozione e di entusiasmo si sono susseguiti nelle diverse fasi di premiazione. Durante la mattinata, presso la libreria Del Monte Cavour, sono stati premiati gli alunni. Nel pomeriggio, presso l’hotel “I Colli”,si è avuta una buona affluenza di pubblico per la sezione adulti, con la presenza di noti nomi della poesia. La serata si è conclusa all’Agriturismo di Colle Regnano (Tolentino), con “Poetando a tavola”. I poeti premiati, consumando le specialità della cucina locale, si sono susseguiti nella lettura di poesie.

L’associazione “Infiniti Sogni”, al suo esordio nelle Marche con il Concorso Letterario Internazionale “Giuliana Angeli”, ha realizzato, con pieno successo, un’iniziativa culturale in onore di una persona i cui ideali di libertà, di giustizia sociale palpitano attraverso le poesie ed i dipinti che restano a testimonianza del suo amore per la vita.

Presenti alla premiazione il Presidente dell’associazione Francesco Condemi, l’addetto stampa Silvia Gruber, il webmaster Simone Fieni e Maristella Angeli figlia dell’autrice, curatrice della manifestazione. L’Assessore allo sport e attività culturali e Turismo della Provincia di Macerata dott.re Massimiliano Bianchini, intervenuto alla manifestazione ha lodato lo spessore dell’iniziativa culturale.

La giuria, composta da esperti nel settore, ha assegnato i Premi per la promozione della poesia nella scuola: Istituto Comprensivo “L. Pirandello” Scuola secondaria di 1° grado, Istituto Comprensivo Montecassiano “G. Cingolani” Scuola Secondaria di 1° grado, Istituto Comprensivo Centro Storico Scuola Primaria Embriaco – Genova, Istituto Comprensivo “Don Bosco” Scuola Secondaria di 1° grado Tolentino (MC).

Gli alunni premiati: 1° Alessandro Mogetta Scuola sec di primo grado “L. Pirandello” – E. Mestica – Civitanova Marche cl. 1ª sez. C, 2ª Ylenia Ruffoni Scuola sec di primo grado “L. Pirandello” – E. Mestica – Civitanova Marche cl. 1ª sez. E, 3ª Erika Francioni Istituto Comprensivo “Giovanni Cingolani” Montecassiano Scuola sec di primo grado cl. 2ª sez. B.

Finalisti: Guido Carli Giaconi Istituto Comprensivo “Giovanni Cingolani” Montecassiano Scuola sec di primo grado 2ª sez. B, Lorenzo Spina Scuola sec di primo grado “L. Pirandello” – E. Mestica – Civitanova Marche 1ª sez. E, Carlo Angeloni Istituto Comprensivo “Giovanni Cingolani” Montecassiano Scuola sec di primo grado 1ª sez. B, Anastasia Patrassi Istituto Comprensivo “Giovanni Cingolani” Montecassiano Scuola sec di primo grado cl. 1ª sez. B, Francesca Ruffini Scuola sec di primo grado “L. Pirandello” – E. Mestica – Civitanova Marche cl. 1ª sez. A, Francesca Ricciuti Scuola sec di primo grado “L. Pirandello” – E. Mestica – Civitanova Marche cl 1ª sez. A, Giulia Farabolini Istituto Comprensivo “Giovanni Cingolani” Scuola sec di primo grado Marche cl. 1ª sez. B, Erica Corradini e Martina Salvucci Istituto Comprensivo “Giovanni Cingolani” Montecassiano Scuola sec di primo grado cl. 2ª sez. B, Maria Pia Giovanna Pellecchia Istituto Comprensivo “Giovanni Cingolani” Montecassiano

Scuola sec di primo grado cl. 2ª sez. A, Martina Valin Istituto Comprensivo “Giovanni Cingolani” Montecassiano Scuola sec di primo grado cl. 1ª sez. B.

Il Premio lavoro di gruppo cl. 2ª sez. C “Paesaggi” Collettiva: Istituto Comprensivo Centro Storico – Primaria “Embriaco” – Genova.

Premiati per la sezione adulti: 1ª Gabriella Zagaglia da Pollenza (MC), 2ª Roberta Bagnoli da Firenze (FI), 3ª Marzia Mazzieri da Loreto (AN).

Premi speciali: Lorenzo Poggi Premio della Critica, Marianna Bontempo Premio Giuliana Angeli.

Finalisti: Margherita Calì, Aldo Cuccù, Pietro Colonna Romano, Rosalba Katiuscia Buongiorno, Donato Ladik, Silvana Stremiz, Anna Maria Cherchi, Sandra Greggio, Aurelio Zucchi, Manuela Magi.

Menzioni Speciali: a Paolina Carli per la Promozione della poesia, a Silvia de Angelis per la Poesia in vernacolo.

Segnalati dalla giuria: Maria Giannetta Grizi, Gianluigi Saporiti, Massimo Reggiani, Danila De Angelis.

 

Tag:

INVITO

 

Concorso Letterario Internazionale “Giuliana Angeli” I Edizione

Associazione “Infiniti Sogni”, Patrocinio del Comune e della Provincia di Macerata (MC)

 

Cerimonia di Premiazione sabato 12 maggio 2012

ore 10,30: premiazione sezione scuole e bambini

Del Monte Libreria Cavour di Del Monte A& C. s.n.c. Macerata –Via XXIV Maggio, 3 (Angolo C.so Cavour) tel. 0733.231612

 

ore 16,30: Premiazione altre sezioni

presso la Sala Gialla dell’Hotel “I Colli” Via Roma, 149 – Macerata (MC) tel. 0733.231612

 

ore 20,30: cena a buffet su prenotazione presso l’Agriturismo Colle Regnano c.da Casadicristo, 11- Tolentino (MC) – tel. 0733.967691

 

“Poetare a tavola”

La serata continuerà in Agriturismo, aperta al pubblico che vorrà condividere con noi momenti speciali, con letture poetiche. Omaggi ai poeti iscritti al Concorso Letterario Internazionale “Giuliana Angeli”.

In ricordo di mia madre

Cara mamma

I ricordi a cui ti affidi
e gli occhi che invocano
il tempo
che s’arresti
ai momenti più belli
allo sfavillio di gioventù
allo sguardo indomito
alle sfide
ad una vita d’artista
e con le mani tremanti
afferri l’aria che ti manca
e la vita che sfugge

Maristella Angeli

(Menzione d’onore al Premio Letterario “Mangiaparole” Roma)

 

 

invito alla premiazione

Premiazione a Macerata

Tag:
Collettiva virtuale

Arte e poesia


collettiva virtuale

www.wepresentart.com

Curatrice: Maristella Angeli

“I libri, la realtà e l’arte sono lo stesso genere di cose per me.” (Vincent Van Gogh)

 

La Collettiva virtuale

“Exihibition On-line”, dal 2 al 18 maggio 2012.

http://www.wepresentart.it/index.php/it/

“Alcuni autori sono arrivati a suggerire che tra arti e società esiste un legame inscindibile: perciò, la salute di una società si riflette nella sua attività artistica e viceversa. L’arte coinvolge le emozioni e libera lo spirito”
(da “Arteterapia in educazione e riabilitazione” di Bernie Warren, Erickson)

 

 

Una collettiva virtuale, che unisce la pittura e la poesia, è nata da un’idea di alcuni artisti iscritti al sito www.wepresentart.com e si è realizzata grazie alla partecipazione di trenta Artisti di cui molti pittori e poeti di notevole calibro:

Maristella Angeli, Gianfranco Aurilio, Letizia Beneduce, Davide Barbanera, Maurizio Barraco, Sebastiano Cantelli, Anna Maria Cherchi, Luisa Conte, Danilo D’Acunto, Valentina Di Campli San Vito, J. Fernandes, Abel Florido, Mònica Herrera, Maria Grazia Innocenti, Jesus Kollyadem, Livio Lopedote, Franco Margari, Nuria Meseguer, Roberto Mosi, Sandro Orlandi, Johnny Pixel, Nanda Rago, Ana Maria Ruiz, Augusto Salati, Rodney Samuelson, Paolo Spertino, Maria Grazia Taddei, Gianluca Trastulli, Maria Jesus Perez Vilar, Michela Zanarella

Esporre sia opere pittoriche sia testi poetici, unisce due espressioni artistiche di elevato calibro ampliando così la gamma comunicativa-espressiva. L’intensità di emozioni, sensazioni e stati d’animo, le atmosfere evocate dal linguaggio verbale nella sua più elevata espressione e da quello non verbale, che va oltre nell’intraverbale e nell’infraverbale, può permettere di interagire artisticamente all’interno di uno spazio virtuale che può trasformarsi in reale.

 

Maristella Angeli

Curatrice dell’iniziativa

 

Tag:
Rss Feed

Featuring WPMU Bloglist Widget by YD WordPress Developer