BUON NATALE

poesia 2 Comments »

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 Bianca

Una luce si

Offre in segreto

Nella stanza

 

Nascosta del cuore

Ammaliato da

Tanto splendore,

Amore scende

Lucente, sublime

Estasi di pace….è Natale!

 

Roberta Bagnoli

FIORE DI PASQUA

poesia 4 Comments »

foto di Renzo Cencetti

FIORE DI PASQUA

Svilisce nell’attesa
tenero ramo d’ulivo
nell’orto solitario
appena carezzato
da un livido raggio di sole
troppo freddo da sciogliere
troppa miseria da sfamare
troppi pensieri da slegare
eppure l’albero della pace
non teme il baco della morte
 regala gioia e forza
ha radici e gemme
che non conoscono sosta e invidia
da quando il tempo
scandisce il battito dell’universo
e regola la natura
la terra non sogna altro che
d’incontrare il vero seme
per coltivare il fiore dell’Amore.

Roberta Bagnoli

 

UNA GIORNATA SPECIALE

Varie 4 Comments »

 

Oggi, cari amici è una giornata speciale, 21 marzo, inizio della primavera e anche giornata mondiale della Poesia ed io aggiungo, non a caso, compleanno della grande Poetessa Alda Merini, scomparsa da più di due anni, voce fra le più grandi della poesia italiana e contemporanea, e che ci manca tantissimo. E’ dunque un piacevole dovere festeggiare come si deve questo particolare evento per dichiarare che la Poesia è il mio “grande amore” e mai potrei tradirlo e quindi vi regalerò alcune citazioni che ritengo più consone alla mia natura e anche delle “dure e sofferte gemme” della nostra cara poetessa sopracitata, rendendole un affettuoso omaggio e sperando di allietare anche i vostri cuori. Festeggiamo, dunque, con gioia, insieme amici carissimi questa importante giornata. Se non ci fosse la Poesia, potrebbero esistere forse i Poeti? E se non esistessero i Poeti…chi altri potrebbe cantare e perseguire la…nascosta e sempre taciuta verità? Lasciatemi almeno questa cara e dolce illusione!

La poesia
non è un modo di esprimere un’opinione.
E’ un canto
che sale da una ferita sanguinante
o da labbra sorridenti.
K. Gibran

Scrivere poesie non è difficile;
è difficile viverle.
C. Bukowski

Il poeta non sogna: conta.
J. Cocteau

Nella vera poesia le espressioni che suonano
più semplici ci riempiono di sorpresa e di gioia
perché rivelano a noi stessi.
B. Croce

Il poeta cerca solo di mettere la testa in cielo.
E’ il logico che cerca di mettere il cielo dentro la propria testa.
Ed è la sua testa che si spacca.
G.K. Chesterton

Il poeta non rigetta mai le proprie ombre.
Il poeta non dorme mai ma in compenso muore spesso.
La casa della poesia non avrà mai porte.
La corda più silenziosa è quella dei versi.
Non cercate di prendere i poeti perché vi scapperanno tra le dita.
Il poeta non dorme mai ma in compenso muore spesso.

**********
Se qualcuno cercasse
di capire il tuo sguardo
Poeta difenditi con ferocia:
il tuo sguardo son cento sguardi
che ahimè ti hanno guardato
tremando.

**********
Sono nata il ventuno a primavera
ma non sapevo che nascere folle,
aprire le zolle
potesse scatenar tempesta.
Così Proserpina lieve
vede piovere sulle erbe,
sui grossi frumenti gentili
e piange sempre la sera.
Forse è la sua preghiera.

Alda Merini

Poesia …ed è subito
cuore trafitto
da un’emozione
nel cielo dell’anima
rapita dall’amore e dalla Luce
in un palpito eterno d’infinito.

Roberta Bagnoli

 

NON TI SCORDAR…DI MIMOSA

poesia 6 Comments »

 foto di Renzo Cencetti

NON TI SCORDAR DI…MIMOSA

Un ramo di pensieri
fioriti al sole dell’attesa
tralci di vite
freschi e rossi di passione
volano liberi i cuori
come fili di aquiloni
sfiorati da mani di bimbo
un fascio di fiori
semplici e gialli
per te mia cara amica
per sussurrarti piano
non ti scordar mai di…mimosa
non ti scordar mai di te
non ti scordar mai di me
siamo donne
diverse ma identiche
fragilità e fortezza nel cuore
essenza unica d’amore
capacità di donare
il fiore della vita.

Roberta Bagnoli

OGGI COME IERI

poesia 8 Comments »

 

Cari Amici, oggi più che mai, riflettendo sulla giornata della memoria e andando oltre, dedico a tutti voi, me compresa questi versi per riflettere sulla nostra reale condizione di essere umano.

OGGI COME IERI

Oggi come ieri
non posso ascoltare
il suono della sirena metallica al vento
e non provare un brivido dentro
non posso dimenticare quale immonda bestia
possa essere l’uomo se posseduto dalla follia del razzismo
oggi come ieri non possiamo tapparci occhi e orecchi
oggi più di ieri dobbiamo alzare lo scudo di luce
oggi più di ieri abbiamo il peso del passato
a darci la necessaria forza per cambiare direzione
e urlare il nostro chiaro dissenso
contro ogni subdolo reticolato
contro ogni sconosciuto motivo
per dare corpo alla paura del diverso
di armare ancora la mano
contro la caccia disumana
all’innocente agnello sacrificale,
poco importa se ebreo o musulmano
è sempre un delitto contro l’umanità.

Roberta Bagnoli

NUOVA SPREMITURA

poesia 4 Comments »

 

NUOVA SPREMITURA

Vedi l’olivo non teme niente
sopporta la mano nera
pure la mosca ingrata
lotta per la vita
fino all’ultima perla verde
per dare il meglio di sé
nella nuova spremitura,
così mi accingo a prepararmi
per le spicciole ore
che mi separano dall’anno nuovo,
poche e semplici parole
scaturite dalla provvida botte
e poi senza alcun timore
lascerò che le vere stelle
senza l’inutilità dei botti,
c’è sempre meno da festeggiare,
dilaghino nel cielo
fino a strappare in un singulto sincero
l’affettuoso augurio per tutti
di pace e infinità prosperità
che ti raggiunga sicuro e rimanga
racchiuso nel tuo cuore
fino all’ultima stilla di chiaro sorriso.

Roberta Bagnoli

SOGNO DI NATALE

poesia 4 Comments »

SOGNO DI NATALE

Caldarroste filanti fra le mani
ogni guscio un tenero desiderio
a piacimento fino allo svenimento
a te una casa nuova
senza mutuo da pagare
a te una banca amica
senza la tagliola dell’ipoteca
a te un cuore nuovo
che abbatta la crisi
e i debiti che non ti fanno neanche dormire
a te un letto dove riposare e alleggerire il peso
degli anni che ti deturpano il viso
a te amico poeta
una penna innamorata
un cielo di stelle vicine
un punto fisso dove guardarsi
e ritrovarsi uniti
tutti insieme a scartare
il pacco più caro:
un futuro migliore,
un futuro senza spread,
senza avvoltoi politici
a rovinarci il nostro onesto
pranzo di Natale.

Roberta Bagnoli

VIRGOLE DI LUNA

poesia 10 Comments »

VIRGOLE DI LUNA

Per caso,
innato velo di pudore,
ho nascosto sul foglio
tra lemmi e arabeschi di fiato
virgole di luna,
da sempre mi fanno compagnia
da sempre rischiarano le notti
stemperando fili di malinconia
in caduta libera nel dolce vuoto
imparando a sentire il cielo
come ombrello amico
che fa di un’isola chiusa
asola aperta alla vita,
navigando come barca fraterna
in solitaria compagnia.

Roberta Bagnoli
(poesia finalista al Premio “Firenze, Capitale d’Italia”, XV° ediz.)

ATTIMI DI TERRORE

poesia 8 Comments »

ATTIMI DI TERRORE
(riflettendo sul terremoto in Emilia Romagna e sul fatto di sangue a Brindisi)

Attimi di terrore
fulminanti
inconsulti, tragici
dal sapore d’acre morte
la vita non sarà più la stessa
macerie su macerie
trema la terra rossa
sembra quasi accompagnare
il cordoglio di Brindisi
piange il banco
orfano del candore di Melissa
gli fa eco la gente sfollata
attonita e disperata
che ha visto vacillare
la fatica di una vita
nessun angelo
a proteggere case e campanili,
il magma si è smosso
fatale smottamento
restano solo frantumi,
troppo dolore e scoraggiamento
senza alcun volto il colpevole
come la nera mano che ha
spezzato le ali della bianca colomba
non si può condannare la natura
ma l’uomo dovrà rendere conto
della sue truci azioni
possiamo solo chiuderci
in un rabbioso silenzio
possiamo solo augurarci
un giusto sonno
a farci risvegliare
in un mondo migliore,
a farci noi stessi
pane di luce.

Roberta Bagnoli

FIORE DI PASQUA

poesia 2 Comments »

 

FIORE DI PASQUA

Danza nel petto
fiore di Pasqua
antico e sacro
sparge profumo di speranza
rallegra semplice aiuola
nonostante il cielo adombrato
nonostante il vuoto intorno
che stringe la gola
nella morsa economica
di recessione e povertà.
Danza nel petto
fiore di Pasqua
lo sento vivo più che mai
adesso che l’oscurità
ha steso l’infido manto
adesso che ha sparso il sonno
sulle nostre disamorate coscienze.
Danza nel petto
fiore di Pasqua
diamogli l’acqua giusta
torniamo ad essere uomini
non sotterriamolo ancora una volta
fra uova colorate e colombe d’occasione
per un giorno di festa “apparente”
 e poi niente,
totale indifferenza.
Danza sempre nel petto
fiore di Pasqua
lo sento vibrare
nella stanza spenta
lo sento cantare
nell’Amore risorto alla vita
in piena luce.

Roberta Bagnoli