Buone notizie!

 .

.

BUONE NOTIZIE!

Molti di voi, durante i tg serali dei giorni scorsi, avranno sentito la notizia delle due quindicenni di Udine che avrebbero ucciso per legittima difesa un sessantatreenne a Udine, colpevole, a loro dire, di aver tentato di violentarle. Il solito esecrabile delitto contro la donna insomma, oltretutto su due ragazzine. Nei giorni seguenti però ha cominciato ad insinuarsi il dubbio sul come si fossero svolti i fatti, e ha dato quasi fastidio sentire che gli inquirenti non si dichiaravano convinti di quanto riferito dalle due ragazze: sembrava si fosse di fronte alla solita mistificazione a cui ricorrono solitamente i maschi nostrani, poliziotti, giudici, giornalisti o medici che dir si voglia. Fin qui però, malgrado tutto, sembrava una “normale” notizia del tg della sera, da commentare con sufficiente esecrazione e sdegno tra un “… stavolta la frittata ti si è bruciata è?” e un “…mi passi il sale per favore?”
Oggi però sento che le ragazze si sono autoaccusate di aver ucciso l’uomo per soldi. Sembra che lo avessero ricattato a lungo, lui, vedovo solitario, introverso e molto accorto economicamente, ma anche piuttosto benestante, malgrado le apparenze. Sembra che una commessa di supermercato gli avesse disperatamente sentito dire che era stanco di avere le loro mani nel proprio portafoglio.  Lo ricattavano dunque e quando lui ha tentato di ribellarsi lo hanno ucciso. Tanto, sembra che abbiano ammesso le due ragazzine, bastava dire che il vecchio porco aveva tentato di violentarle.
Non due innocenti ragazzine quindi, prese dal solito  maschio perverso con cui siamo “abituati” a cenare ogni tanto, ma due piccoli mostri, che non hanno avuto il minimo scrupolo a uccidere e usare l’arma della finta violenza sessuale per farla franca.
La notizia l’ho sentita che avevo appena finito le penne alle zucchine. Gi involtini di tacchino e speck aspettavano, ma la fame mi era passata del tutto. Un po’ esagerato è? Forse sì, ma proprio non riuscivo a considerare una bella notizia il fatto che le due ragazze non fossero state violentate, io, che della lotta alla sopraffazione fisica del maschio sulla femmina ne ho fatto una specie di baluardo interiore personale.
Per fortuna che, dopo qualche minuto, il tg riportava la notizia del giorno: Angelina Jolie, la nota attrice hollywoodiana, ha ottenuto col suo intervento a Londra rassicurazioni circa la prossima votazione all’ONU sul tema che la vede protagonista e che personalmente perora da tempo: la legge contro la violenza sessuale sulle donne in tempo di guerra! In altre parole possiamo tutti stare tranquilli: da ora in poi violentare una donna, o più di una, in tempo di guerra, sarà ritenuta un crimine a norma di legge, punibile anche dopo, quando la guerra sarà finita! (…Ma perché, fino ad ora non…?) Sicuramente una potente arma di dissuasione! Una buona notizia alla fine! Giusto? 
Certo! (…)
Ma allora perché, anche dopo, non sono riuscito a finire neanche una piccola mela?
.

.

9 Comments to “Buone notizie!”

  1. avatar

    By lara swan, 13 aprile 2013 @ 07:13

    ho sentito questa notizia e mi ha lasciato con l’amaro in bocca…
    specialmente per la giovanissima età delle ragazzine, non ho parole!

  2. avatar

    By tinti, 13 aprile 2013 @ 09:04

    Perchè avevi mangiato troppe penne…scherzavo ovviamente!
    Credo che tutto sia più che mai oggi” tutto e il contrario di tutto”
    .La ragazzina che ti pare ingenua e dolce è interessata e a volte perversa.Il vicino apparentemente onesto e di sinistra sfrutta la colf in modo indicibile.Il vecchio della casetta isolata aspetta da mesi aiuto per poter camminare e la visita del figlio,impiegato di banca e ottimo cittadino……se bastasse una legge per combattere le perversioni , l’ambiguità, lo sfruttamento e la completa indifferenza e immoralità ……E’ la mentalità che deve modificarsi e ciò avviene prevalentemente nella scuola che sta decadendo in modo bieco….Non trovo soluzioni se non comunque sperare nel meno peggio.Grazie caro.Tinti

  3. avatar

    By Roberta Bagnoli, 13 aprile 2013 @ 10:40

    Squallore e sgomento, questo è il mio primo commento caro Sandro e ci credo che ti sia passato l’appetito, come si fa a sentire certe notizie a cena? Ormai ascoltare il tg è diventato puro masochismo e anche le notizie buone passano in secondo piano, forse perché sono poche o forse perché ormai siamo quasi assuefatti al peggio. Sinceramente io non riesco a concepire come due ragazzine di appena 15 anni abbiano potuto arrivare a questo punto, ormai il denaro ha soppiantato tutto, ormai la decadenza è proprio inarrestabile e adesso mi chiedo come si potranno recuperare due giovani vite, la terza ormai è spenta per sempre, ma cosa possiamo fare per porre un freno a tutto questo? Credo anch’io che le leggi sulla tutela delle donne siano doverose, legittime e deterrenti contro ogni abuso e violenza, ma in questo caso occorre un radicale cambiamento, un esempio morale, un’educazione che a ben guardare latita, come ben sottolinea Tinti. Gli adolescenti sono i più esposti, se non hanno una famiglia e una istituzione , la scuola che li prepara, che li supporta possono facilmente deviare ed oggi purtroppo, non per fare i moralisti, ci sono sempre più pericoli, ci sono falsi idoli, tutto è lecito, e sprofondare nell’abisso del niente è facile. Non so cos’altro dire, mi fanno proprio pena quelle due ragazzine, sono due mostri agli occhi di tutti, due mostri che dovranno essere recuperati, due vite miseramente segnate. E i loro genitori, dove erano, cosa hanno fatto o non fatto per aiutarle a crescere? Auguriamoci di non sentire più simili fatti, ma credo che sia del tutto improbabile. Grazie Sandro per la riflessione, buon fine settimana e alla prossima, sperando che questa volta la cena sia meno amara.
    Roberta

  4. avatar

    By giovanna giordani, 13 aprile 2013 @ 11:16

    Tempi duri, purtroppo…
    io, nel mio piccolo, ho colto l’opportunità di fare una petizione contro le guerre con i loro annessi e connessi

    http://www.avaaz.org/it/petition/VORREI_CHE_IL_DIRITTO_INTERNAZIONALE_SI_ATTIVASSE_AFFINCHE_CESSI_OGNI_GUERRA_NEL_MONDO/?launch

    non cambierà il mondo, ma potrebbe dare un segnale di dissenso, ma le firme aumentano col contagocce pur avendola sottoposta anche ad associazioni che si professano contro le guerre. E in fondo non costa nulla, solo una firma

    Giovanna

  5. avatar

    By Maristella Angeli, 13 aprile 2013 @ 14:08

    Articolo perfetto, da diffondere!
    Credo che si sia giunti ad un punto in cui i giovani non distinguano bene la realtà con la finzione: dicono che le giovani abbiano preso esempio da un video.
    Dove andremo a finire? Quanto riscghio di devianza giovanile si presenterà?
    Sicuramente i film, dove si uccide e si assiste a crimini come se fosse una cosa di tuti i giorni, non danno un buon esempio: troppe scene di violenza!
    Abbiamo ancora la speranza in un mondo migliore e… che qualcuno ascolti.

    Maristella

  6. avatar

    By Giovanni De Simone, 13 aprile 2013 @ 17:43

    La così detta società civile ha perso il lume della ragione e non sente il sacrosanto bisogno di giustizia delle donne violentate. Sono amareggiato, molto amareggito e non solo per questo… visto la classe politica che ci ritroviamo dobbiamo solo sperare in qualche miracolo o nella ribellione. In ordine all’argomento sono incazzatissimo nonostante avessi subdorato la verità. La deliquenza minorile è un’altra piaga purolenta della nostra società. Quando ci daremo da fare?|

  7. avatar

    By sandro, 14 aprile 2013 @ 06:53

    Grazie per la condivisione. Ha ragione Tinti quando dice che bisogna sperare nel meno peggio e che… devo mangiare meno penne. La Roberta trasecola e si augura che non succedano più di queste cose, ben sapendo che invece ne succederanno eccome! Giovanna, la tua petizione è lodevole, ma io non ci credo. Sul web, da un po’ di mesi a questa parte, è tutto un fiorire quotidiano di petizioni, appelli accorati, segnali di dissenso, ma indirizzati a chi in realtà? Veramente pensiamo che coloro i quali dovrebbero fare in modo di cambiare le cose in meglio stiano lì ad ascoltarci? O non è forse semplicemente per tacitare la nostra sensibile ma fragile coscienza, come dire: io c’ho provato per come potevo? In fondo è come quando vediamo il tg, appunto, e sentiamo ciò che quotidianamente ci racconta lo speaker, a noi, che non possiamo far nulla per canbiare le cose! Avete visto quanta impressione ha fatto il suicidio di quei povertetti di Civitanova marche giorni fa? Se n’è fatto un gran parlare e infatti… hanno fatto subito il governo! Sì, come no?
    Grazie a tutte!

  8. avatar

    By sandro, 14 aprile 2013 @ 12:39

    Hai ragione Giovanni! Purtroppo hai terribilmente ragione e… mi associo più che mai a quel tuo “incazzatissimo!”
    E grazie anche a Stella, che come insegnante ha modo tutti i giorni di assistere impotente allo sfacelo dei ragazzi di questa “loro” società civile!

  9. avatar

    By giovanna giordani, 15 aprile 2013 @ 10:25

    Grazie Giovanni, Tinti, Roberta, per aver firmato la mia petizione. Un bacio
    Saluti cari a tutti
    Giovanna

RSS feed dei commenti a questo articolo.

Leave a Reply

*

Featuring WPMU Bloglist Widget by YD WordPress Developer