INSOMMA BASTA!

.

sbar

INSOMMA BASTA!

Insomma basta! Sempre all’ora di cena ti propinano queste immagini devastanti, che ti tolgono l’appetito. Proprio tra l’ultimo boccone del primo e il primo del secondo tie’, beccati sto’ servizio. Di gente ammassata su un barcone che vuole sbarcare nel nostro paese neanche fosse quello di Bnegodi, di negri, cioè, di neri (va bene?) che cadono in acqua e annegano, e anche di bambini e mamme incinte che… annegano pure loro e poi immagini di salvataggio ad opera di uomini con le mascherine sul viso neanche fossimo durante un’epidemia di peste, e con i guanti, neanche ci fosse il colera. E che sono questi che arrivano qui? Animali zozzi e malati? Ma allora… No, non va bene così, e basta! All’ora di cena deve essere vietato mandare in onda simili scene, meglio procrastinarle a dopo, anzi, meglio mandarle in onda più tardi, dopo il film delle nove. Che poi chi sono questi che partono dall’Africa su barconi per arrivare… qui, ad insozzarci il mare dove facciamo il bagno d’estate, a puzzare d’incolto e di animalesco quando ti passano accanto, a rovinarci la cena, a rubarci il lavoro, i nostri risparmi, ad insidiare le nostre donne e a destabilizzare il nostro civilissimo mondo occidentale? Chi ha detto loro di venire? E’? Io no di certo! Forse glielo avete detto voi? Insomma ci ho messo così tanto per imparare a non farmi coinvolgere e ora… che cosa vogliono questi qua? Con la loro morte silenziosa vengono a rovinarci la digestione, approfittandosi del nostro senso di umanità, come se fosse colpa nostra che nel loro paese si muore di fame o di guerra e di… ma che ne so io. Che rimanessero lì da dove vengono, magari possiamo dar loro qualche soldarello, ma che non vengano più qui da noi a… non farci dormire sonni tranquilli. In fondo io sono uno che ha famiglia,che lavora da sempre, che si spacca la schiena, che paga le tasse, che va a messa la domenica, che vota sempre e rispetta i limiti di velocità. Meriterò pure un po’ di tranquillità, no?

Sandro Orlandi

.

3 Comments to “INSOMMA BASTA!”

  1. avatar

    By De Simone Giovanni, 14 maggio 2014 @ 14:22

    Graffiante la tua ironia, carissimo Sandro. E’ pur vero che è un periodo difficilissimo (solo per alcuni) e che bisogna fare salti mortali per poter calmare i brontolii della fame, ma i neri (e non solo) se la passano peggio di noi ed hanno un’unica strada per sfuggire alla morte. Sono troppi, anzi tantissimi quelli che sbarcano sulle coste meridionali, ma per molti di loro è solo un punto di arrivo, di passaggio o vuol essere tale. Le loro pretese, in parte giustificate, fanno incazzare: perché gli altri se ne fottono? Si passassero la mano sulla coscienza insieme ai nostri politici. Io farei neri loro.

  2. avatar

    By Maristella Angeli, 15 maggio 2014 @ 15:17

    Un toccante monologo che interpreta l’uomo qualunque, chi di solito è tutto casa e chiesa, ma è effettivamente razzista.
    Un testo che fa riflettere e sconcerta.
    Bravissimo Sandro!
    Un abbraccio.

  3. avatar

    By Sandro, 21 maggio 2014 @ 17:56

    Quanto mi piace la tua conclusione caro Giovanni, ti abbraccerei! E grazie anche a te Robertina, che con la tua sensibilità arrivi sempre a capire qual’è il bersaglio della mia ironia. Quello che mi fa più soffrire (posso dire soffrire, o è troppo… umano?) è vederli “semplicemente” morire, senza una protesta, senza una voce, senza una rivendicazione, senza forse neanche una speranza in un mondo migliore, neanche in quello dell’al di là. Muoiono e basta, come i vitelli al macello… che poi noi mangiamo.

RSS feed dei commenti a questo articolo.

Leave a Reply

*

Featuring WPMU Bloglist Widget by YD WordPress Developer